La serra in giardino, forme e allestimenti per renderla più bella

Pubblicato il 27/10/2015 nella categoria: Impara
La serra in giardino, forme e allestimenti per renderla più bella

L’assetto della serra

La struttura portante della serra, in legno, in ferro o in alluminio verniciato, con la sua copertura trasparente, in vetro o in materiale plastico - carbonato, sicuramente dotata di apposite aperture (almeno due e ai lati opposti per il ricambio dell’aria), va collocata se possibile a ridosso di un muro riscaldato della casa, e comunque con orientamento tale da poter sfruttare al massimo la luce solare dei mesi più freddi. La serra cosiddetta “fredda” o “temperata” infatti, in assenza di impianto di riscaldamento, ha la necessità di sfruttare in pieno il calore naturale dell’irradiamento solare. Bisogna inoltre sincerarsi che l’ambiente garantisca un giusto isolamento termico e una corretta ventilazione. I vetri andranno tenuti sempre puliti per permettere il passaggio della luce naturale; la serra inoltre andrà ombreggiata, in previsione della stagione calda, con tessuti adatti o stuoie arrotolabili di canna o a listelli di legno.


La disposizione delle piante

Semi, germogli o piante già sviluppate, messi a dimora in vasi, cassette o bancali, vanno disposti con senso e logica all’interno della serra; una buona idea è quella di sfruttare l’ambiente in altezza, iniziando da tavoli e bancali (in legno, metallo o muratura) di un’altezza di circa 80 cm e della profondità necessaria per disporvi vasi, germinatoi e contenitori vari di piante verdi e da fiore. Con la stessa funzione lungo il perimetro possono essere fissate a diverse altezze pratiche mensole portavasi. Le piante a portamento più alto possono invece essere posate a terra, magari in vasi mobili su pratiche rotelle, mentre le zone sgombre sotto i tavoli d’inverno possono ospitare le cassette per la forzatura di insalate come indivia e cicoria. Se lo spazio non manca, è possibile anche tappezzare gli angoli con piante rampicanti profumate e rifiorenti, come buganvillea, passiflora e gelsomino, mentre le specie ricadenti come lobelie, fucsie, potus e gerani edera possono essere collocate in contenitori sospesi, al soffitto o alle pareti, anche nelle serre più piccole. 

L’allestimento di un angolo relax

Se viene usata come ricovero delle piante del giardino dai rigori del clima, una serra può anche essere vissuta come angolo di relax – di grande impatto estetico – e per il tempo libero: quando non ci sono le condizioni per allestire un vero e proprio “giardino d'inverno” d’ispirazione vittoriana,con mobili e oggetti di recupero o arredi da esterni in legno, paglia, midollino e ferro, anche una serra di dimensioni limitate può trasformarsi in salottino o in uno spazio destinato alla ricreazione.
In mancanza di tavolini e sedute, un’amaca appesa può ospitare i vostri momenti d’ozio, mentre una fontanella centrale d’acqua gorgogliante e sassi regalerà molta personalità all’ambiente.
Luci da esterno o porta candele in vari materiali e fogge nelle serate d’estate aggiungeranno un tocco romantico; vecchie scale appoggiate alla parete o scale doppie aperte, potranno trasformarsi in graziose étagère per le piccole piante. Il trucco per decorare anche gli spazi più piccoli sarà quello di abbinare alle piante collezioni di oggetti originali e di ingombro relativo: un erbario di piante officinali o una composizione di cappelli di paglia di diversa provenienza appesi alla parete di fondo; tanti vecchi annaffiatoi di smalto sospesi al soffitto, oppure la semplice disposizione dei vasi sui tavoli raggruppati in vassoi di legno etichettati con i nomi delle piante, saranno dettagli capaci di conferire grande personalità alla vostra serra.

Per approfondire, leggi anche: