Impara
La pulizia dell’orto in autunno

La pulizia dell’orto in autunno

Pubblicato il 09/10/2014 nella categoria: Impara

Quando la stagione calda volge al termine, per gran parte degli ortaggi estivi è il momento di terminare il ciclo colturale. Ad inizio autunno si raccolgono gli ultimi prodotti dell’orto, si sistema il terreno per le future coltivazioni o lo si protegge in attesa della primavera successiva; è tempo di manutenzioni e di pensare alle protezioni per l’inverno.
Ecco allora una semplice guida dei lavori necessari per chiudere al meglio la stagione.

Leggi tutto
Impara
Come si fa il sovescio

Come si fa il sovescio

Pubblicato il 25/11/2013 nella categoria: Impara

La pratica del sovescio è un’occasione per rigenerare il terreno ma anche un utile sistema di protezione contro l’erosione del suolo, a causa di acqua e vento, e di pulizia contro le infestanti. Non è difficile da eseguire, soprattutto in un orto domestico.
Ecco come fare in 5 step.

Leggi tutto
Impara
Il sovescio, cos’è e quali sono i suoi benefici

Il sovescio, cos’è e quali sono i suoi benefici

Pubblicato il 21/10/2013 nella categoria: Impara

Anche chiamata concimazione verde, il sovescio è una pratica agricola che migliora la fertilità del terreno. Può apportare sostanze nutritive, migliorare la struttura e la vitalità del suolo e addirittura sanificalo. Una pratica molto benefica, un vero ricostituente per l’orto! Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Leggi tutto
Impara
Il sovescio

Il sovescio

Slow food
Pubblicato il 16/10/2012 nella categoria: Impara

È una pratica che contempla il sistema di rivoltare una coltura – volendo, già la prima aratura si può considerare un sovescio – per una profondità di una decina di centimetri o poco più; a seconda delle piante seminate in precedenza e, quindi, interrate si otterranno risultati diversi. Più precisamente con le leguminose (per esempio favino, veccia) immagazzinerete nel terreno una quantità di azoto sufficiente alla coltura successiva; con le crucifere (per esempio senape, rafano) otterrete un miglioramento del terreno relativamente alla sua struttura – diminuendone la compattezza e migliorandone la porosità – e avrete al contempo un’azione nematocida e fungistatica; utilizzando le graminacee (per esempio loietto, avena) contribuirete ad aumentarne il contenuto di sostanza organica. 

Leggi tutto